Oliveti

Stampa
Oliveti

Gli oliveti aziendali, tutti dotati di impianto di irrigazione a microportata (goccia), insistono su terreni con giacitura pianeggiante, fertili e profondi tendenzialmente di medio impasto e con buone capacità di drenaggio, il che evita ristagni idrici molto dannosi per l’olivo sia da un punto di vista fitopatologico che qualitativo.
La varietà di olivo principale presente in azienda è costituita da quella autoctona salentina, la “cellina di Nardò”. Questa varietà ha dimostrato, nel corso dei secoli, di adattarsi molto bene al clima mediterraneo del “Salento” in quanto è molto resistente alle patologie più diffuse dell’olivo e soprattutto alla “Mosca dell’olivo” autentica piaga delle zone a clima temperato. Ciò consente di ridurre sensibilmente l’impiego di fitofarmaci con benefico riflesso sulla salute dei consumatori.
Le piante della suddetta varietà che hanno un’età media di circa 70 anni possono raggiungere dimensioni notevoli (8-10m) per cui presentano delle difficoltà oggettive nella gestione della raccolta, da cui deriva che solo una parte del prodotto (25-30%) può essere raccolto con l’ausilio di scuotitori o abbacchiatori,con costi di raccolta che incidono decisamente sul conto economico della coltura.
Da questo tipo di raccolta, che non prevede il contatto delle olive con il terreno in quanto vengono fatte cadere su reti appositamente dispiegate al di sotto della chioma, si ha come risultato un olio dalle caratteristiche organolettiche di assoluta eccellenza, di color giallo oro con riflessi verdastri, mediamente fruttato, dolce e con note di piccante che ben presto si attenuano lasciando il posto ad una sensazione gustativa eccezionalmente armoniosa.
Altre varietà presenti in azienda sono rappresentate dal “Leccino”, “Frantoio”, “Pendolino” molto conosciute in quanto danno origine ai rinomati oli umbri e toscani, ma che solo nelle nostre condizioni pedoclimatiche riescono ad esprimere sensazioni olfattive e gustative del tutto particolari.

Condividi questo articolo.